Sci Club Bassa Vallemaggia
..

Statuto

Aggiornato il 9 maggio 2014

 

 

 

Art. 1 Fondazione e nome

Sotto il nome Sci Club Bassavalle viene costituita a Gordevio l’11.10.1967 un’associazione di carattere sportivo con sede a Gordevio.


Art. 2 Fine e scopo

Scopo del club è di promuovere e diffondere lo sport dello sci organizzando:

  1. corsi di istruzione e perfezionamento
  2. conferenze e proiezioni
  3. escursioni
  4. competizioni
  5. formazione di un gruppo O.G (Organizzazione Giovanile)

 

Art. 3 Membri della società

Fa parte del club ogni individuo che abbia raggiunto il 15.mo anno di età in regola con la tassa sociale. I ragazzi fino a 15 anni vengono iscritti al gruppo O.G e sono considerati soci senza diritto di voto. Sono attivi coloro che pagano la quota annua fissata dal comitato. Sono contribuenti coloro che appoggiano il club mediante un contributo annuale. Soci che abbiano acquisito dei meriti speciali verso la società, possono essere proclamati, previo accordo assembleare, soci onorari. L’ammissione di un socio è subordinata alla decisione del comitato. In caso di rifiuto il postulante ha diritto di appellarsi all’assemblea.


Art. 4 Doveri e diritti dei soci

Le dimissioni devono essere inoltrate per iscritto. Il socio in mora con il pagamento della quota sociale viene radiato. I soci che vengono meno ai loro doveri e che in qualsiasi modo danneggiano la società possono venir espulsi dal suo seno in qualunque assemblea, su proposta del comitato, a maggioranza di votanti.


Art. 5 Gli organi del club e loro competenze

Gli organi del club sono:

  1. l’assemblea dei soci
  2. il comitato
  3. la commissione tecnica
  4. la commissione di revisione

 

Art. 6 Assemblea generale

Art. 6.1 L’assemblea generale è convocata annualmente dal comitato in primavera alla fine della stagione invernale e tutte le volte che quest’ultimo lo ritiene opportuno e glie ne faccia domanda un quinto dei soci.
Art. 6.2 L’assemblea generale è l’organo supremo del club; è la sola competente a decidere sugli affari seguenti:

  1. approvazione del rapporto annuale, del resoconto e del rapporto dei revisori
  2. nomina del presidente e degli altri membri del comitato e della commissione di revisione
  3. revisione degli statuti L’assemblea generale nomina un presidente del giorno e due scrutatori. Le votazioni avvengono per alzata di mano o per appello nominale a meno che lo scrutinio segreto venga domandata e deciso. Le decisioni sono prese a maggioranza relativa di voti, in caso di parità decide il presidente dell’assemblea. L’O.G presente all’assemblea non ha diritto di voto, ma può essere rappresentato dal genitore.

 

Art. 7 Comitato

Art. 7.1 Il comitato è l’organo esecutivo e rappresenta il club di fronte ai terzi. Si compone da 3 fino a 5 membri. È composto:

  1. dal presidente che lo dirige, firma in nome del club unitamente al segretariocassiere e presenta il rapporto annuale
  2. dal segretario-cassiere che tiene i verbali delle sedute del comitato e delle assemblee; evade la corrispondenza; esige le tasse; amministra la cassa; tiene l’elenco dei soci ed allestisce i rapporti di cassa che gli incombono
  3. da un vice-presidente nominato tra il comitato
  4. dal presidente della commissione tecnica

Art. 7.2 il segretario-cassiere può non fare parte del comitato ma deve lavorare a stretto contatto con esso.

 

Art. 8 Commissione tecnica

La commissione tecnica è nominata dal comitato ed è composta da 3 membri Il presidente deve essere membro del comitato. Gli altri due componenti possono essere sia del comitato che soci. Qualsiasi decisione può essere presa alla presenza di almeno 2 di essi. Essa si occupa della conduzione tecnica delle attività stagionali. È tenuta a presentare annualmente un rapporto all’assemblea.


Art. 9 Commissione di revisione

Si compone di due membri, uno dei quali non rieleggibile e di un supplente. Deve presentare un rapporto scritto all’assemblea generale.


Art. 10 Disposizioni transitorie

I membri del comitato stanno in carica un anno e sono rieleggibili.


Art. 11 Patrimonio sociale

Il patrimonio sociale è costituito dagli utili di esercizio, dalle tasse sociali e da contribuzioni volontarie. Di fronte ai terzi il club risponde unicamente con il suo patrimonio sociale, esclusa qualsiasi responsabilità personale dei membri, degli organi dirigenti o di altri soci del club. Il club non è responsabile per i danni causati dai soci.


Art. 12 Modifica degli statuti

Il comitato e i soci possono proporre modifiche allo statuto.


Art. 13 Scioglimento

Il club non può sciogliersi fino a quando dieci soci ne fanno parte. In caso di scioglimento il patrimonio sociale sarà depositato in banca e verrà riservato, durante il periodo di cinque anni, per l’eventuale ricostituzione di un nuovo sci club nella stessa regione. Se la società non verrà ricostituita, il patrimonio sociale sarà devoluto in parti uguali agli altri sci club della valle.


Art. 14 Approvazione

In presente statuto è stato approvato nell’assemblea del 09 maggio 2014 e sostituisce quello del 1968, del 1986, del 1999, del 2004, del 2006 e del 2009 ed entra immediatamente in vigore.




Per lo Sci Club Bassa Vallemaggia
Il presidente: Joel Colombi
Il vicepresidente: Giacomo Giannini